Posa della 1ª pietra della chiesa

Vigilia di pioggia

Il 1° ottobre 1950 fu il giorno stabilito dal vescovo per la posa della prima pietra della nuova chiesa. Quel sabato di vigilia, la notte e la mattina seguente l’acqua veniva come se fosse pagata. Preparativi era stato impossibile farli; il terreno dove sarebbe sorta la nuova chiesa era diventato un acquitrino… lo scavo a forma di “L” s’era riempito d’acqua e terriccio.

Preghiera per il bel tempo

Dopo la messa cantata feci recitare ai bambini un “Ave” alla Madonna perché venisse il sereno. Non so se a quel tempo le preghiere dei bambini fossero recitate con più fede, o se allora fossi più buono anch’io, sta di fatto che a mezzogiorno finì di piovere, venne il sole e un venticello asciugò in un’ora il campo.

Preparativi

Riporto qui una pagina del cronicon parrocchiale. “… non ho nemmeno il tempo di ringraziare la Madonna… mi attacco all’altoparlante e chiedo la totale collaborazione di tutti: giovani, uomini, donne e ragazzi, perché si cominci a preparare ciò che serve alla festa. E’ un correre frenetico, entusiasmante e gioioso… in due ore tutto è pulito, ordinato e pronto… dei soldati comandati non avrebbero fatto così bene… Dentro sento “santo orgoglio” come se fosse stato merito mio… il Signore mi perdoni!”.

La pietra: dal cimitero

La 1ª pietra me la feci regalare dal custode del cimitero di Sforzatica. Era la base d’una croce che sormontava una tomba; aveva forma rettangolare e su un fianco vi feci scavare un piccolo incavo per riporvi la pergamena. Che fosse una pietra di cimitero mi parve un simbolo appropriato: infatti “anche la 1° pietra della mia chiesa era come un chicco di frumento che sotto terra muore per dare la vita…” Da quella pietra sarebbe venuto l’edificio sacro.

Dal curato di Sabbio, rev. don Vitali, abile in arte, mi feci preparare una bella pergamena. Vi è scritto

Pergamena

“Oggi, 1 Ottobre dell’Anno Santo 1950,
Festa della Madonna del Rosario,
Sua Ecc. Mons. Adriano Bernareggi,
Vescovo di Bergamo,
benedice solennemente davanti a numeroso popolo la Prima Pietra
della futura chiesa, che qui sarà edificata
a gloria di Dio e dedicata
al cuore Immacolato di Maria
e che resterà a ricordo delle
grandi manifestazioni di Fede e d’Amore
tributate alla Madonna Pellegrina
nella Diocesi di Bergamo nell’anno 1948/1949″

Cav. Bombardieri

E nella prima pietra furono murate, oltre alla pergamena, alcune monete del tempo. Padrino della cerimonia fu logicamente il donatore del terreno, cav. Giuseppe Bombardieri.

Cresime

Dopo la S. Funzione il vescovo nella chiesina dei signori Pesenti, amministrò la Cresima a 53 bambini, portò l’ostensorio nella prima nostra processione del Corpus Domini, sostò davanti al posto della 1° pietra e parlò: “Questo luogo è già del Signore perché Lui ne ha già preso possesso.. state uniti, perché ora dovete costruire la chiesa e state certi che il Signore vi aiuterà e la Madonna Pellegrina vi difenderà d’ogni pericolo, ora e sempre”.